www.questomeseidee.it - anno 5 numero 5 - giugno 2017
“DAME, STAMPE E STRAVAGANZE”
- giugno 2017 -
Inaugurata al Centro Diagnostico Italiano (CDI) una mostra di opere di 24 allievi del Liceo Artistico Boccioni di Milano, promossa dal Museo Poldi Pezzoli e da Fondazione Bracco.

Inaugurata il 31 maggio al Centro Diagnostico Italiano di Milano la mostra “Dame, stampe e stravaganze”, risultato finale di un entusiasmante e avvincente progetto di alternanza Scuola-Lavoro che ha visto protagonisti il Liceo Artistico Umberto Boccioni, il Museo Poldi Pezzoli e la Fondazione Bracco.

In mostra una rivisitazione in chiave grafica di alcuni capolavori delle Collezioni del Museo Poldi Pezzoli. Protagonisti di questo progetto 24 studenti di 3B, indirizzo grafico, del Liceo Artistico Umberto Boccioni di Milano, che hanno scelto e reinterpretato liberamente alcuni capolavori della Casa Museo, tenendo ben presente le caratteristiche del luogo di esposizione: gli ampi spazi del CDI si presentano infatti come un’area aperta e facilmente fruibile, adatta all’allestimento di esposizioni temporanee che affianchino le finalità tipiche del Centro Diagnostico (prevenzione e diagnosi) in un’ottica complessiva attenta al miglioramento della qualità della vita. Nel percorso espositivo opere di ciascuno studente e opere collettive, create confrontandosi con diverse tecniche di stampa.

I lavori grafici, realizzati prendendo ispirazione da dettagli delle collezioni, trasformano il Museo in una fonte inesauribile di forme, idee, elementi, con cui ricreare immagini originali e giochi compositivi. Sotto la guida dei referenti del Poldi Pezzoli, della Fondazione Bracco e del Centro Diagnostico Italiano, gli studenti hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con le diverse fasi necessarie alla progettazione e realizzazione di una mostra: dalla produzione dei contenuti all’ideazione del percorso espositivo, dalla realizzazione del logo e delle didascalie alla grafica della mostra e all’impostazione del catalogo.

L’Alternanza Scuola-Lavoro è infatti un percorso formativo il cui aspetto essenziale è costituito dalle integrazioni delle competenze apprese in aula con quelle acquisite nel mondo del lavoro, in un percorso di apprendimento mirato alla crescita della persona. Una delle modalità di realizzazione dell’Alternanza è proprio il project work nel quale risulta fondamentale la creazione di un prodotto concreto e trasmissibile, studiato insieme dalla scuola e ai partner esterni.

Il Museo Poldi Pezzoli collabora da cinque anni con il Liceo Artistico Umberto Boccioni di Milano in progetti di Alternanza Scuola-Lavoro e quest’anno, coinvolgendo la Fondazione Bracco, ha voluto offrire agli studenti un’opportunità formativa di grande valore culturale ed educativo permettendo loro di venire in contatto con una qualificata realtà professionale. Mission della Fondazione Bracco è infatti anche quella di favorire i giovani talenti e il loro ingresso nel mondo del lavoro, tramite iniziative di supporto molto diversificate per ambiti di intervento, percorsi formativi, borse di studio e premi. La Fondazione Bracco ha avviato, a partire dal 2010, negli spazi del CDI-Centro Diagnostico Italiano, parte del Gruppo, un ciclo di mostre con un duplice obiettivo: da una parte l’attenzione alle giovani generazioni, che hanno l’occasione di esporre i propri lavori in uno spazio pubblico, dall’altra la fruizione culturale nei luoghi di cura, che evidenze scientifiche provano avere un effetto positivo sul benessere psicologico.   Fondazione Bracco nasce dal patrimonio di valori maturati in 90 anni della storia della Famiglia e del Gruppo Bracco, con l’intento di creare e diffondere espressioni della cultura, dell’arte e della scienza quali mezzi per migliorare la qualità della vita e la coesione sociale. La Fondazione sviluppa e realizza progetti, anche internazionali, all’interno delle tre macroaree “arti e cultura”, “scienza e cultura”, “società e sociale”, privilegiando ricerca e innovazione. Particolare attenzione viene riservata all’universo femminile e al mondo giovanile nei vari ambiti della vita. La multidisciplinarietà di ambiti e l’integrazione tra diversi saperi sono criteri qualitativi importanti sia nella progettazione, sia nella selezione delle attività. www.fondazionebracco.com Il Centro Diagnostico Italiano (CDI), attivo a Milano dal 1975, è una struttura sanitaria ambulatoriale a servizio completo orientata alla prevenzione, diagnosi e cura in regime di day hospital. È presente sul territorio lombardo attraverso un network di 22 strutture, collocate in Milano, Corsico, Rho, Legnano, Cernusco sul Naviglio, Corteolona, Pavia e Varese. È certificata ISO9000 e dal 2006 la sede centrale è accreditata dalla Joint Commission International. All’interno di CDI lavorano oltre 1000 persone tra medici specialisti, tecnici sanitari, infermieri e impiegati, al servizio di 450mila pazienti all’anno. 
Il laboratorio del CDI si avvale della catena automatizzata più grande d’Italia garantendo sicurezza dei dati, e al contempo, un numero elevato di analisi che supera, in un anno, i 4 milioni. Attualmente, sono 50 i servizi riguardanti numerose aree terapeutiche che, grazie all’altissima professionalità dei suoi medici, CDI mette a disposizione per la prevenzione, la diagnosi e la cura.  www.cdi.it Il Museo Poldi Pezzoli, che raccoglie le opere d’arte del collezionista milanese Gian Giacomo Poldi Pezzoli (1822-1879), è una delle più importanti raccolte artistiche italiane e una casa museo famosa nel mondo, situata nel centro di Milano, a pochi passi dal Teatro alla Scala. È ente capofila del circuito delle "Case Museo di Milano" ed espone opere di numerosi artisti, fra i quali: Perugino, Piero della Francesca, Sandro Botticelli, Antonio Pollaiolo, Giovanni Bellini, Michelangelo Buonarroti, Pinturicchio, Filippo Lippi, Andrea Mantegna, Jacopo Palma il Vecchio, Francesco Hayez, Giovanni Battista Tiepolo, Jusepe de Ribera, Canaletto, Lucas Cranach il Vecchio, Luca Giordano. Accanto a queste, vi sono splendide raccolte di arte decorativa come la Sala d’Armi progettata nel 2000 dall’ artista Arnaldo Pomodoro. www.museopoldipezzoli.it

Il Liceo Artistico Umberto Boccioni (piazzale Arduino 4, Milano) è un Istituto Statale di II grado. Il liceo Boccioni, nato nel 1933, vanta strutture di alto livello e un corpo docenti professionale ed esperto. Garantisce una formazione completa ai propri studenti, mettendoli in grado, una volta diplomati, di affrontare al meglio il mondo del lavoro e universitario. Il Liceo Boccioni propone agli studenti i seguenti indirizzi di studio: Design, Architettura, Figurativo, Grafica, Multimedia.

(Fonte: comunicato stampa)

Tutte le notizie di L'Arcipaese

MECCANICA DELLE IDEE Snc di Elena Landi e Roberto Barucco | 25121 Brescia, Via Crispi 28 | C.F. e P.Iva: 03265040984 Aut. Trib. Bs n.ro 16/2013 del 17 giugno 2013 | Direttore responsabile: Roberto Barucco Coordinamento editoriale: Elena Landi [email protected] | Chi siamo | Dove siamo | Skype meccanicadelleidee
Disclaimer | Privacy Policy | Cookie Policy
Apple e il logo Apple sono marchi di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.
App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.
Powered by Luca Sabbadini