www.questomeseidee.it - anno 5 numero 2 - marzo 2017
Il grande sci torna in Val d’Aosta
- febbraio 2016 -

26 anni fa Zurbriggen dominava il Super G sulle nevi di Courmayeur. Da allora la Valle d'Aosta è stata orfana del grande sci. Ma non più: quest’anno ospiterà infatti un’attesissima tappa della Coppa del Mondo femminile con la Discesa Libera e il Super G. A sfidarsi sulle piste di La Thuile: alcune tra le più grandi campionesse del panorama iridato, compresa l'ottima Lindsay Vonn, l’atleta a stelle e strisce che sta dominando le classifiche.

Ma il 20 e 21 febbraio il tifo italiano promette d’essere tutto per le azzure Nadia ed Elena Fanchini, Francesca Marsaglia, Daniela Merighetti, Johanna Schnarf, Verena Stuffer, Elena e Irene Curtoni. Gioca finalmente in casa, inoltre, la valdostana Federica Brignone. C’è grande attesa nella piccola regione alpina per la due giorni che porterà gli occhi del modno fra le sue vette. A maggior ragione se si considera che la rinomata località turistica della Valdigne può vantare, in questi tempi di gare su nevi semi-artificiali, uno scenario splendidamente innevato.

A godere dal vivo del grande ritorno agonistico, numerosissimi appasionati della velocità su neve che già promettono di presidiare, sci ai piedi, i migliori punti d’osservazione ai lati della pista n.3 “Franco Berthod”. Non mancherà poi, all’arrivo, la tenda “vip”, in cui i migliori chef valdostani accompagneranno l’emozione dello sport alla degustazione di piatti e prodotti tipici.

Tutte le notizie di QMnews

MECCANICA DELLE IDEE Snc di Elena Landi e Roberto Barucco | 25121 Brescia, Via Crispi 28 | C.F. e P.Iva: 03265040984 Aut. Trib. Bs n.ro 16/2013 del 17 giugno 2013 | Direttore responsabile: Roberto Barucco Coordinamento editoriale: Elena Landi [email protected] | Chi siamo | Dove siamo | Skype meccanicadelleidee
Disclaimer | Privacy Policy | Cookie Policy
Apple e il logo Apple sono marchi di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.
App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.
Powered by Luca Sabbadini