www.questomeseidee.it - anno 5 numero 7 - settembre 2017
QUELL’ITALIA DI FANTOZZI
- marzo 2015 -
di Roberto Barucco
“Per me… la corazzata Kotiomkin… E’ UNA CAGATA PAZZESCA!”.  Fantozzi, Il più grande “perditore” di tutti i tempi compie quarant’anni, almeno cinematograficamente (visto che il 27 marzo del 1975 usciva il primo capitolo della fortunatissima serie nata dall’ingegno di Paolo Villaggio). Fantozzi, con la sua epica rivincita sulle imposizioni dall’alto del megadirettore di turno, Guidobaldo Maria Riccardelli, diviene il simbolo del rialzare la testa dal gregge di tanti, tantissimi “ragionieri murati vivi” figli degli anni 70 e dell’oggi.

“Caro Spett.le Fantozzi, ti scrivo per dirti che ti stimo moltissimo e se avessi potuto, allora, ma ero solo un bimbo, avrei passato pure io due giorni e due notti consecutive con te e i tuoi compagni di rivolta della Megaditta a costringere Riccardelli a beccarsi tutti i film non impegnati di questo fottutissimo Novecento.

Del resto, quante sono le 'corazzate' e le  'cagate pazzesche' che ci siamo dovuti sorbire in questi quattro decenni? Ho perso, anzi, gli italiani hanno straperso il conto di diktat e imposizioni, balle e clamorose prese per il culo.

Certo, in tanti, dopo un primo scatto di nervi, si sono rassegnati e hanno accettato la pena, far rivivere il sistema distrutto, pardon, la pellicola, almeno fino alla procrastinata e ormai lontanissima età pensionabile. Altri pare cerchino di resistere ancora, dopo quei novantadue minuti di applausi ininterrotti, a seguito della tua clamorosa affermazione. Sono fuggiti a piedi, seguendo un percorso studiato da Filini e ora pare vivano nascosti nei boschi di larici dell’entroterra altoatesino, cibandosi di bacche. Ma siamo certi che prima o poi, redenti e purificati da digiuni e astinenze da telecomando, reality e partite di calcio, si ripresenteranno pentiti all’ovile. Per ricevere la giusta punizione e distintamente, una volta perdonati, riconoscere che loro, sì, loro, 'amavano il Grande Fratello'.

Allora, quasi amico Fantozzi, dicevamo, 'grazie', immensamente 'grazie' per esserci stato, per esserci ancora, per ricordarci le nostre tragedie quotidiane e quella, diciamolo, spesso e mai abbastanza compresa condizione di sudditanza che riguarda alcuni di noi (anche quando ci illudiamo di essere liberi).

In fondo stiamo benissimo: abbiamo un televisore a schermo piatto, telecomando a tremila canali, partite la domenica e anche nei prefestivi, cibo a sazietà, divani per pisolare e ferie pagate (quello magari non è un privilegio per tutti, ormai). Internet e web, sogni mostruosamente proibiti e possibilità di viaggiare nel dopolavoro (quando questo c’è).

Insomma, quel tuo modello di esistenza, rimane indistruttibile, come il basco che calzi, simbolo di classe e appartenenza, pure in caso di tragico abito spigato siberiano.

Quindi, batti pure un colpo anche per noi, caro Fantocci (“Sarebbe Fantozzi… ma, ‘batti’… Mi dai del tu?”), (“No, è congiuntivo…”) e fai sapere che tutti noi, tutti i Fantozzi di questa terra, siamo sempre vivi e vegeti e, come ogni mattina e ogni benedetto giorno che Dio e il Megadirettore mandano quaggiù, faremo il nostro dovere e non ci arrenderemo mai a tentazioni rivoluzionarie.

Ora ti saluto, caro Fantoni ("Fantozzi..."), che devo tornare alla pratica 41/bis sepolta sulla scrivania. Magari, mentre guarderò nel pomeriggio dalla finestra, verso la primavera e le risate dei giovani che passano allegri sotto le nostre vetrate, mi verrai ancora in mente. Tu, Filini, la signora Pina, tua figlia Mariangela, la signorina Silvani e quel mondo vero e bello e disperato di allora e più che mai di oggi. Ti, anzi, da queste parti 'vi' vogliamo bene”.

Intanto, vogliate gradire i nostri più ossequiosi e distinti saluti.

In alto: un'immagine di Fantozzi tratta da Wikipedia

Tutte le notizie di Editoriale

MECCANICA DELLE IDEE Snc di Elena Landi e Roberto Barucco | 25121 Brescia, Via Crispi 28 | C.F. e P.Iva: 03265040984 Aut. Trib. Bs n.ro 16/2013 del 17 giugno 2013 | Direttore responsabile: Roberto Barucco Coordinamento editoriale: Elena Landi [email protected] | Chi siamo | Dove siamo | Skype meccanicadelleidee
Disclaimer | Privacy Policy | Cookie Policy
Apple e il logo Apple sono marchi di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.
App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.
Powered by Luca Sabbadini